Il versante retico

Azione 1 – La Via dei Terrazzamenti

L’area oggetto di valorizzazione di questa azione è posta sul versante retico della bassa e media Valtellina. Si tratta della più tipica zona del paesaggio agrario valtellinese, caratterizzata dai terrazzamenti vitati ma anche da edifici storico artistici, civili e religiosi, di notevole pregio e interesse, fortemente rappresentativi e carichi di valore simbolico. Le vigne si presentano esposte a sud, ricavate terrazzando il fianco roccioso e ripidissimo del monte con muri a secco; è proprio la presenza della roccia viva, che circonda i piccoli ripiani così ricavati, che moltiplica l’apporto di calore solare. Il vigneto a terrazzi assume in questa zona un alto valore paesaggistico oltre che agrario e storico. La zona ha delle caratteristiche artistiche, oltre che naturalistiche ed etnografiche, molto omogenee: in passato molto popolata, presenta un patrimonio culturale piuttosto interessante, fatto di chiese anche di grandi dimensioni, che ospitano opere d’arte interessanti (soprattutto intaglio ligneo ed affreschi, rinascimentali e barocchi).

L’azione prevede la creazione di un unico percorso ciclo-pedonale su una zona a mezza quota, attraverso le aree terrazzate della sponda retica, collegando torchi consortili, chiese (arte lignea) e santelle, siti preistorici, cantine rurali, agriturismi, sentieri storici. L’itinerario, nel toccare i principali punti di interesse storico-artistico, etnografico-paesaggistico ed enogastronomico dell’area, si porrà come asse principale di percorrenza escursionistica della Valtellina sul versante soleggiato.