Valdidentro

Azione 6 – La Via dell’Acqua

La risorsa acqua, in tutte le sue forme e nelle sue molteplici possibilità di utilizzo, caratterizza fortemente l’economia e anche il paesaggio dell’Alta Valtellina, dove un elemento di grande impatto sono per esempio i grandi invasi di alta montagna e le centrali idroelettriche a valle.
L’intervento, dalla denominazione “Via dell’acqua dell’Alta Valtellina”, si sviluppa seguendo e accrescendo le valenze del percorso ciclo-pedonale che la Comunità Montana Alta Valtellina ha sviluppato lungo il corso dell’Adda e del torrente Viola. In continuità con la “Via dei terrazzamenti della Valtellina” (da Sondrio a Tirano) e con il “Sentiero dei castelli” (da Tirano a Grosio) l’azione consiste nella realizzazione di un punto di accoglienza e di presentazione delle tematiche scientifiche e culturali legate all’acqua ubicato nella zona dei Forni, alle Bocche dell’Adda, punto co-gestito unitamente ai Bagni Nuovi/Vecchi, ubicati immediatamente a monte di tale località. L’intervento riguarda inoltre lo sviluppo di un percorso a tema che si dipana a partire dalla zona della Val Pola attraverso Cepina – Bormio – Isolaccia – Val Viola, utilizzando i tratti ciclo-pedonali già esistenti.