Formazione

Azione 8 – Paesaggio e beni culturali civili

La Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, in collaborazione con la Fondazione Bombardieri, attua un intervento finalizzato alla realizzazione e alla diffusione di strumenti conoscitivi e interpretativi di alcuni aspetti del paesaggio valtellinese presso la comunità e, in particolare, nell’ambito scolastico. I temi al centro dell’attenzione sono quelli del paesaggio costruito e dei beni culturali civili. In programma un corso di formazione (scarica il depliant), un concorso per alunni e insegnanti (scarica il depliant) e la relativa predisposizione di strumenti informativi. La valorizzazione dei beni culturali e la correlazione col paesaggio sono connesse all’accrescimento del senso di identità e di appartenenza al territorio.

Azione 9 – Curricolo per la scuola dell’obbligo

Questo intervento, realizzato con il coordinamento della Provincia di Sondrio, ha quale destinatario privilegiato la scuola e ha previsto la definizione delle linee guida per un curricolo verticale da inserire nei Piani dell’Offerta Formativa degli istituti scolastici del primo ciclo del territorio provinciale. Il tema caratterizzante è il paesaggio valtellinese con le sue trasformazioni, componente essenziale del contesto di vita ed espressione dei molteplici aspetti del patrimonio culturale e naturale, oltre che filo conduttore del Distretto Culturale. Obiettivo principale è la realizzazione, la sperimentazione e l’estensione di uno strumento che supporti gli insegnanti nella progettazione e nella programmazione didattica, al fine di poter attuare in concreto l’educazione attraverso il patrimonio culturale di cui il paesaggio è parte integrante.

Azione 10 – Sistema formativo per gli ordini professionali

Il versante retico della Valtellina non è ascrivibile a un solo paesaggio, bensì si offre come una raccolta di paesaggi, ognuno testimone di un diverso livello di trasformazioni operate dall’uomo sull’ambiente. Obiettivo dell’azione riguarda l’esame delle diverse forme insediative del versante retico, l’identificazione dei manufatti, dei sistemi infrastrutturali, dei nuclei e dei tracciati che possono rappresentare reti di riferimento per una salvaguardia e ricostruzione consapevole del versante. In quest’ottica si sviluppano precise attività: la formazione, la sensibilizzazione e l’aggiornamento professionale. Si tratta di un corso di formazione, articolato in nove giornate, sui temi del paesaggio valtellinese, con il duplice obiettivo di fornire efficaci informazioni ai professionisti locali e creare occasioni di scambio di informazioni e di attività con contesti esterni, come Liguria, Trentino, Val d’Aosta, Svizzera e ITLA, Alleanza mondiale per i Paesaggi Terrazzati.