Ricerca

Azione 7 – Conservazione programmata dei beni culturali

Questo intervento prevede di sviluppare la sensibilità, le strategie e la ricerca nell’ambito della conservazione programmata, utilizzando in modo attivo l’esperienza acquisita sul territorio nel corso dei recenti interventi di restauro, per mettere a disposizione dei soggetti proprietari e gestori di beni culturali aggiornati strumenti per la predizione e la prevenzione del degrado e per l’articolazione di una corretta politica di manutenzione.
L’attività di ricerca nel settore dei beni culturali si sviluppa a partire dagli interventi effettuati in provincia di Sondrio negli anni 1997-2001. Nell’ambito del panorama lombardo la situazione di tali interventi risulta peculiare e significativa in quanto, a seguito dell’alluvione del 1987, la L. 102/90 (“legge Valtellina”) ha disposto il finanziamento di numerosi lavori di restauro che sono stati effettuati in un contesto spaziale e temporale ristretto, con un unico ente di coordinamento (la Provincia) e con linee di riferimento omogenee, fornite dalle competenti Soprintendenze. L’azione del Distretto culturale si propone di analizzare il copioso materiale disponibile relativo a tali interventi promuovendo una riflessione organica sui metodi, sui modi e sugli esiti degli stessi allo scopo di valorizzare il capitale di esperienza raccolto in provincia e, a partire dallo stesso, di innescare virtuose “buone pratiche” di conservazione programmata e di valorizzazione dei beni culturali.