Precendente:

Poggiridenti, S. Fedele

Poggiridenti: la casa torre domina la terra tenace

Adagiato su un terrazzo di origine glaciale, Poggiridenti (m 750) si caratterizza per la sua favorevole posizione soleggiata, che regala un clima mite e asciutto, e per la bellezza del panorama che si gode da questo terrazzo naturale. La vecchia contrada di Surana, a monte del borgo, è ben inserita tra gli ultimi lembi di terreno coltivato e la vegetazione spontanea che avanza. A valle, aggrappati al versante volto a mezzogiorno resistono tenaci i vigneti, dalle cui uve si ricava l’Inferno, vino di carattere che par riassumere in sé, insieme al bel colore e al profumo intenso, l’asprezza delle rocce e la elevata temperatura estiva. Il borgo ha nella vecchia contrada della Zocca, nella torre che fu dei Nobili da Pendolasco e nelle sue chiese i punti più suggestivi e interessanti. A ovest, elevata su un poggio, domina la valle la seicentesca chiesa della Madonna del Carmine; più in alto si staglia il profilo della chiesa parrocchiale di San Fedele, antica custode di opere d’arte. Le fanno corona la casa parrocchiale e l’Oratorio dei Confratelli, affrescato da Fermo Stella sulla facciata e da Cesare Ligari all’interno.

Scarica il dettaglio in PDF – fronte cartello

Scarica il dettaglio in PDF – retro cartello