Successivo:

Ponte in Valtellina, Stazione

Tra Ponte e Chiuro: meleti e vigne, antiche dimore

La stazione ferroviaria di Ponte in Valtellina (in territorio comunale di Chiuro) è centro nodale per i paesi che si sviluppano sul fondovalle, ma anche per i centri abitati della Valle d’Arigna incassata, a S, fra le Alpi Orobie. Sulle pendici delle Retiche si trova il borgo di Ponte (m 485), che deve il suo sviluppo alla posizione e alla produzione vinicola particolarmente fiorente nei secoli passati; caratteristiche le strade acciottolate del suo centro storico che si addentrano tra le case in pietra rivelando angoli di rara suggestione. Edilizia rustica, con cortili esposti a S sui quali si aprono loggiati e portichetti, si alternano a residenze nobiliari dalle linee sobrie, affacciate sulle vie con portali d’accesso chiusi da robusti portoni lignei. Frequenti insegne nobiliari raccontano della loro storia e dei personaggi che vi sono nati. Al centro, sulla elegante piazza Luini. che ricorda la presenza del pittore in paese agli inizi del ‘500, si eleva la chiesa parrocchiale di San Maurizio. Sulla piazza i pontaschi hanno dedicato ad uno dei loro più illustri concittadini – Giuseppe Piazzi, astronomo -, un monumento marmoreo. Le numerose case vinicole ci informano dell’importanza che la viticoltura ha avuto e ancora ha nella zona.

Scarica il dettaglio in PDF – fronte cartello 

Scarica il dettaglio in PDF – retro cartello